LUCCA: Capannori, niente impianto di compostaggio; Marchetti (FI): «Non fare e disfare, è tutto un lasciar andare. Fallimento delle politiche Pd»

0

«Sull’impianto di compostaggio che non si realizzerà a Capannori, il Pd consuma il proprio fallimento sulla gestione del ciclo dei rifiuti archiviando quella della Piana lucchese tra le grandi incompiute. Per la sinistra non fare e disfare è tutto un lasciar andare, e il territorio dopo anni di disquisizioni si ritrova di punto in bianco con niente in mano»: lo afferma il Capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Maurizio Marchetti, Coordinatore provinciale degli Azzurri lucchesi, che interviene così sull’accordo stretto tra i Comuni di Capannori e Livorno per dislocare in quest’ultima area comunale il sito di trasformazione di rifiuti organici.

«Menesini tenta di far passare come un successo un accordo che impoverisce Capannori, i suoi cittadini e l’intera area della Piana di Lucca. Attraverso il patto con Livorno il Pd sulla testa di tutti ha deciso d’imperio quale zona arricchire. Sì proprio così. Che i rifiuti possano diventare da problema a risorsa non lo diciamo noi, ma la realtà. E con questa scelta Menesini infligge al suo territorio il problema regalando la risorsa ad altri. Non fa certo così l’interesse del territorio – osserva Marchetti – che da una nuova realizzazione impiantistica avrebbe tratto occupazionie di qualità ed economie, oltre a divenire protagonista nel circuito fondamentale del trattamento rifiuti».

«E’ il fallimento del Pd rispetto al perseguimento degli interessi delle comunità locali lucchesi – conclude Marchetti – che ancora una volta si vedono soffiar via da sotto al naso un’opportunità di cui si è troppo parlato per realizzare poi il niente. Ma questo Menesini double face, sindaco di Capannori e presidente della Provincia, non fa che paralizzare lo sviluppo d’area. Cedere l’attività di compostaggio non è che l’ultimo passo falso in una danza macabra che ha il suo cameo negli assi viari lucchesi, infrastruttura indispensabile per tutto il territorio e che lui e il suo Pd continuano a tenere bloccata per le loro questioni di retrobottega. Pavidità del fare? Arroganza del potere? Incapacità o dolo? Questo lo giudicheranno gli elettori. Io intanto so che a restare ai margini è il bene comune».

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: