Lavoro, Zangrillo (FI): da un ministro ci si aspetterebbe dirette dai tavoli di crisi, non una discesa in motoslitta. Intanto i lavoratori Pernigotti aspettano

0

“Da un ministro del Lavoro ci si aspetterebbe una diretta da un tavolo di crisi, magari da quello Pernigotti oppure da quello Hammond Power Solutions, invece Di Maio sceglie di mostrarsi mentre scende in motoslitta dalla baita di Rico. In questo momento storico, dove il rallentamento dell’economia asiatica insieme a quello del mercato comunitario rischia di creare nuovi disoccupati si auspicherebbe una maggiore sensibilità da parte di un vicepremier. Sia ben chiaro: tutti meritano un po’ di riposo, diverso è spettacolarizzarlo sul web. Di Maio non si è accorto che l’Italia non sta vivendo il momento descritto dai fratelli Vanzina nel loro ‘Vacanze di Natale’ degli anni ’80. Magari vorrebbe farlo credere agli italiani, ma purtroppo per il nostro paese non è così e farebbe bene a rientrare anticipatamente a Roma per discuterne con il presidente del Consiglio e il ministro dell’Economia visto che le notizie asiatiche rischiano di portare una nuova contrazione del nostro Pil per il prossimo anno”. Ad affermarlo in una nota il coordinatore regionale di Forza Italia in Piemonte Paolo Zangrillo, capogruppo in Commissione Lavoro per gli azzurri a Montecitorio.

No comments