LAVORO; Calderone – Milazzo (FI) – Valorizzare professionalità personale precario e ridurre contratti a termine.

0

Palermo, 09/01/2018 – Valorizzare le professionalità del personale precario e ridurre il ricorso ai
contratti a termine. Con il Disegno di legge presentato oggi, a firma congiunta degli onorevoli
Tommaso Calderone e Giuseppe Milazzo, del gruppo parlamentare di Forza Italia, gli Enti Locali
della Regione Siciliana, sono autorizzati – per il triennio 2018/2020 – ad attivare le procedure
selettive riservate sia ai titolari di rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato (contrattisti),
sia al personale ASU, utilizzati dagli enti stessi. La prerogativa è che alla data di pubblicazione dei
bandi di selezione, i beneficiari abbiano maturato almeno tre anni di servizio alle dipendenze
dell’amministrazione che emana il bando – come previsto dal d.lgs Madia.
“Il presente Disegno – dichiara l’on. Calderone – mira a stabilizzare definitivamente la situazione
dei precari utilizzati dagli Enti Locali della Regione Siciliana. La ricetta è chiara: recepire il Decreto
legislativo Madia, adeguandolo alla situazione Siciliana. In questa logica, vengono corrette le
storture contenute nell’art. 3 della Legge regionale 27/2016”.
Di fatto, si offre la possibilità di beneficiare del contributo regionale, anche alle stabilizzazioni dei
lavoratori inseriti nelle graduatorie formate in conformità alla disciplina previgente. Inoltre,
escludendo dal calcolo dello spazio di assunzione, la quota di contributo a carico della Regione, si
aumenta in maniera esponenziale il numero dei soggetti stabilizzati.
Mediante l’abrogazione del comma 22 dell’art. 3, nonché dell’art. 2, della L.R. 27/2016, sarà
abrogato l’obbligo di preventiva mobilità del personale delle ex provincie. Di conseguenza, i
Comuni possono procedere alla stabilizzazione del proprio personale, senza interpellare le
provincie.
Una norma in linea con l’indirizzo politico del Governo, che mira a valorizzare il gli Enti intermedi.

No comments