Governo, Zangrillo (FI): Terza Repubblica, c’era una volta lo streaming e la Costituzione

0

“Di Maio continua ad associare la figura della Terza Repubblica alla formazione di un eventuale governo giallo-verde. Di certo i punti fermi della narrativa grillina sono già stati archiviati: streaming e difesa della Costituzione”. Ad affermarlo l’onorevole di Forza Italia Paolo Zangrillo.

Spiega l’esponente azzurro: “Sin dagli albori la ‘Grillo, Casaleggio & associati’ aveva spacciato agli elettori la diretta streaming come lo strumento cardine per realizzare una comunità onesta e trasparente, un mezzo per riconsegnare al popolo il potere sui propri rappresentanti. In questi giorni ho tentato di trovare sui canali ufficiali del Movimento dirette streaming dei lavori in corso senza trovarne traccia. Ancora una volta il Movimento mostra la sua vera faccia: quella dove ogni mezzo diventa lecito se utilizzato contro gli avversari, tranne poi rottamarli laddove possano intaccare gli interessi del proprio partito”.

Conclude Zangrillo: “Se c’era una volta lo streaming, posso dire che c’era una volta anche la Costituzione italiana. Di Maio continua a ripetere che il nome del premier si deciderà quando sarà definito il contratto di governo e che sarà un mero esecutore dello stesso. Però la Costituzione, difesa strenuamente nel referendum del 4 dicembre del 2016 anche dal Movimento, ritaglia un ruolo ben diverso al presidente del Consiglio. Provo forte preoccupazione per il futuro dell’Italia, ostaggio dei capricci di un partito a cui manca l’abc per governare, una incapacità di cui sta prendendo coscienza anche l’amico Matteo Salvini che inizia a mostrare segni di palese insofferenza nelle sue apparizioni pubbliche”.

No comments