Coronavirus, Porchietto-Pichetto (FI): Governo perde di vista patrimonio Made in Italy delle piccole aziende

0

“Comprendiamo come in questo momento l’azione del Governo tenda a rispondere all’emergenza immediata, vorremmo però lanciare un appello affinché si utilizzi questo drammatico momento storico – dove la politica fa un passo indietro in favore della scienza – per iniziare a mettere le basi sulla ripartenza del nostro tessuto produttivo più vitale: quello composto da migliaia di micro, piccole e medie imprese che costituiscono l’ossatura portante del nostro Made in Italy e del nostro portafoglio produttivo di brand e marchi noti in tutto il mondo. Da troppo tempo parliamo della riforma del Golden Power, introdotto da Mario Monti in un periodo di sudditanza verso l’Alta finanza internazionale, che é stato utilizzato poco e male, ma anche questa volta rischiamo di non fare nulla di efficace. Più volte abbiamo rimarcato in Parlamento come sia fondamentale intervenire su questa norma che non ha saputo fermare la razzia a piu’ riprese di asset strategici che hanno spezzato filiere o addirittura pressoché cancellato interi comparti economici nazionali dove eravamo leader fino a prima della crisi del2008/2011”. Ad affermarlo in una nota il deputato di Forza Italia Claudia Porchietto ed il Senatore Gilberto Pichetto responsabili Nazionali del Dipartimento Attività Produttive e del Dipartimento Bilancio e Finanze.

“Ripresenteremo nuovamente degli emendamenti frutto di un lungo lavoro e di una proposta di legge già depositata alla Camera dei Deputati, che introducono delle norme specifiche anticannibalizzazione delle imprese italiane. E’ chiaro che mai come in questo momento sono attuali per scongiurare che alla pandemia sanitaria faccia seguito una devastante pandemia economica dove l’Italia, rischia ancora una volta di diventare terra di conquista per le aziende degli Stati piu’ forti oggi nel panorama mondiale. E’ chiaro che la fase recessiva che stiamo vivendo – come sempre avviene – rischia di rendere ancora più forti quelle nazioni che gia’ lo sono e di acuire il gap. Ecco noi dobbiamo attrezzarci, già da oggi, perché ciò non avvenga adottando le armi indispensabili per evitare il saccheggio delle nostre ultime roccaforti di know how e di occupazione. Dobbiamo tenerci stretto chi ha resistito in questi anni di congiuntura sfavorevole e ripartire proprio da loro. Altrimenti la sfida é già persa”, concludono.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: