Comunali: Gelmini, a Brescia delusi per l’esito de voto

0

Su Twitter ha rilanciato il ruolo di Forza Italia come “cuore decisivo” del Centrodestra che, unito, si “conferma formula vincente”. Ma chiamata in causa sul “caso Brescia” Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera, non ha nascosto il suo rammarico. Cosa e’ successo nella Leonessa? “Siamo un poco ammaccati. E’ un grande dispiacere perche’ ci abbiamo creduto e abbiamo combattuto e come ogni tanto succede abbiamo perso. Non voglio usare mezze parole perche’ non ne vale la pena. E’ giusto dire che siamo delusi per l’esito del voto in citta’. Ringrazio personalmente Paola Vilardi che si e’ messa in gioco in prima linea. Del resto che Emilio Del Bono fosse un candidato forte lo dimostra il fatto che non abbiamo trovato una fila di personaggi della societa’ civile a metterci la faccia”. Ci e’ voluto coraggio quindi a candidarsi contro il sindaco uscente in una citta’ come Brescia? “Paola Vilardi e’ scesa coraggiosamente in campo con una preparazione profonda dei dossier cittadini. Del Bono ha pero’ dimostrato la sua superiorita’ con i numeri. Evidentemente il suo consenso e’ andato oltre i voti del suo partito. Complimenti al vincitore, ma noi faremo una opposizione responsabile nell’interesse della citta’. Mi assumo la responsabilita’ della scelta, visto che Paola Vilardi l’ho indicata io”. Cosa non ha funzionato? “Non lo so. Anche i sondaggi commissionati a ridosso del voto non dicevano questo. siamo sorpresi. I sondaggi fatti davano il nostro candidato ad una incollatura da Del Bono. Il dato politico che potrebbe giustificare quanto successo e’ il tracollo dei Cinquestelle al 5 per cento. E’ come se il voto dei grillini sia stato cannibalizzato dal Pd che e’ andato oltre il suo consenso”. Ripartite da qui, con la consapevolezza che la Lega da sola non puo’ vincere… “No, da soli non si vince. Ripartiamo dal territorio e per questo ci tengo a ringraziare tutti i candidati che si sono spesi a sostegno della lista, da Paolo Fontana a Giorgio Maione e Mattia Margaroli, passando per tutti gli altri. Si riparte anche dalle sconfitte con piu’ determinazione di prima”. Brescia alla fine e’ l’unica citta’ dove il risultato e’ stato sotto le aspettative… Mi spiace perche’ i sondaggi dicevano veramente altre cose. Evidentemente non vale piu’ la pena farli. Ci eravamo pure illusi e poi la piazza piena per l’arrivo di Matteo Salvini sembrava confermare le aspettative di tutti”. Sara’ comunque occasione per rilanciare la formula della coalizione di centrodestra? “Da sola la Lega non puo’ avere i numeri. Una Forza Italia forte e’ una garanzia per tutti. Da qui si deve ripartire e Paola Vilardi nei prossimi cinque anni avra’ modo di costruire e far crescere la squadra che la accompagnera’ all’opposizione”.

gemini

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: