Manovra, Zangrillo (FI): non c’è né orgoglio nazionale né cura del popolo

0
Paolo Zangrillo sul palco Si Tav

“La legge di bilancio approvata oggi alla Camera descrive un’idea di Paese che non investe sul suo futuro, non crede alle sue potenzialità, non valorizza i suoi talenti e le sue tante virtù, non alimenta il desiderio di migliorarsi e di competere alla costruzione di una società più inclusiva e giusta. Il governo che ha scritto e voluto questa manovra si è più preoccupato di sottolineare le inadempienze di chi c’era prima, piuttosto che accogliere la sfida di provare a fare meglio.

La legge di bilancio è stata votata senza consentire una discussione, nei due rami del parlamento, degna dell’importanza della materia trattata. Avendone conosciuto il contenuto si comprende il perché di un iter parlamentare così irrispettoso delle prerogative costituzionali e anche il ricorso alla fiducia! Non c’è sostanza, non c’è visione, non c’è orgoglio nazionale e cura del popolo.

Tutto si ispira ossessivamente alla ricerca del consenso ad ogni costo, a costo di prendere in giro i più deboli, pensionati, disoccupati, inattivi, a costo di colpire ed irridere chi fa impresa, a costo di sacrificare la modernizzazione del Paese per finanziare provvedimenti di corto respiro e irrispettosi della dignità e fiducia del popolo. Il Popolo, costantemente richiamato dall’esecutivo, sarà il giudice giusto di questo obbrobrio legislativo. Il popolo ha sempre ragione e anche questa volta farà giustizia dei soprusi e dileggi subiti da questa indegna manovra”. Ad affermarlo in una nota il deputato di Forza Italia Paolo Zangrillo, coordinatore regionale degli azzurri in Piemonte e capogruppo in Commissione Lavoro a Montecitorio.

No comments