LUCCA: Strada Ducale, Marchetti interroga la Provincia: «Tra frane e mancanza di manutenzione, che si aspetta a intervenire?»

0

«Frane, ostruzioni, intasamenti… ma che aspetta la Provincia di Lucca a intervenire per il ripristino della Strada Ducale e la sua messa in sicurezza?»: è in sostanza questo ciò che il Consigliere provinciale di Alternativa civica di centrodestra Maurizio Marchetti (coordinatore provinciale lucchese di Forza Italia) chiede alla Provincia di Lucca con un’interrogazione appena depositata a Palazzo Ducale.

L’iniziativa è scattata di concerto con i rappresentanti di Forza Italia e consiglieri comunali di Un futuro per Bagni di Lucca Claudio Gemignani e Laura Lucchesi, dopo aver rilevato varie criticità così dettagliate nell’interrogazione di Marchetti: «Loc. Al Pero: frana, intasamento chiavica, ostruzione zanelle; loc. Al Pruglio: frana; ‘bacinello’: frana; loc. Alla Ciancia (a 1,5 km dal Rifugio Casentini): intasamento chiavica, con attuale presenza di cartelli di protesta da parte della cittadinanza; loc. Al solco del Biagino: intasamento chiavica, ostruzione zanelle nell’intero tratto tra Rifugio Casentini e Fontanone, con rischio di compromissione per le asfaltature recentemente ripristinate ‘a toppe’».

Insomma le magagne ci sono, e la strada non è arteria di poco conto: «Lungo la dorsale Appenninica, in collegamento tra Lucca e Modena, si snoda la SP 56, ovvero la Strada Ducale – ricapitola Marchetti nella sua interrogazione – voluta nel 1818 dall’allora Duchessa di Lucca Maria Luisa di Borbone e dal suo omologo modenese Francesco IV che la poterono inaugurare dieci anni dopo. […] All’importanza funzionale come arteria di scorrimento, l’infrastruttura abbina il pregio storico-naturalistico dato che consente il raggiungimento di alcuni tra i luoghi turisticamente più attrattivi dell’Appennino sino a toccare Foce a Giovo, a 1674 metri di altitudine».

Motivo in più per sollecitare l’azione di ripristino complessivo dell’asse stradale, con Marchetti che alla Provincia domanda proprio «secondo quali tempi e modi intendano procedere alla risoluzione delle criticità esposte in premessa».

No comments