SOPRINTENDENZA, JACOPO APA (Forza Italia): DOVE E’ FINITA AREZZO? PD E FRANCESCHINI, SE CI SIETE BATTETE UN COLPO

0

A Roma il 3 dicembre: “Il Ministro per i beni e per le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini, ha presentato il nuovo regolamento del Ministero approvato dal Consiglio dei Ministri con cui vengono istituite dieci nuove soprintendenze”. Questo è l’esordio della conferenza stampa del Ministro Franceschini dove però Arezzo manco risulta nei pensieri più lontani del Governo – interviene così Jacopo Apa, capogruppo azzurro in consiglio comunale. Avevamo, come Forza Italia, lavorato molto per non far cadere nel dimenticatoio la possibilità della ricostituzione della Soprintendenza aretina; ma apprendiamo ormai che la questione pare finita addirittura nell’ambito delle ipotesi “improbabili”.

Tante erano state le sollecitazioni e gli impegni assunti dal Ministero, tramite interrogazioni a risposta immediata nella relativa Commissione parlamentare degli Onorevoli aretini D’Ettore e Mugnai, o gli interventi in merito del Sindaco Ghinelli e della Presidente della Provincia Chiassai, preoccupati per una riorganizzazione – compresa quella precedente proposta dal Ministro Bonisoli – che appariva penalizzante per Arezzo e basata su un presunto e sballato decentramento o accorpamento. Procedure che paiono fondate, più che altro, su scelte sommarie volte a considerare solo alcuni territori rispetto ad altri. Con una mozione in consiglio comunale – continua Apa – a mia firma, votata all’unanimità, quindi anche dal PD, avevamo ulteriormente spiegato ragioni e finalità per una decisione che tenesse conto della realtà aretina. La città di Arezzo a questo punto pare condannata, dal Governo giallorosso, a perdere una parte della gestione del “proprio patrimonio” presente su un territorio vasto “riorganizzato” come conviene; – non si tiene conto delle specificità locali e dei temi correlati ad esempio all’aggiornamento degli strumenti urbanistici, all’azione di tutela e cooperazione istituzionale tra enti diversi.

Del Ministro Franceschini conosciamo bene la spiccata sensibilità riferita ad una specifica esperienza governativa con riguardo ai beni culturali in generale. Non è intenzione del nostro gruppo fare critiche solo relativamente alle nuove Soprintendenze costituite perché riteniamo di vitale importanza e di valore strategico nazionale ogni decisione in merito; – ma dobbiamo con forza rivendicare l’importanza di un centro direttivo per la nostra città con pieni poteri, autonomia di gestione ed operatività territoriale secondo la legge. Solo così, a nostro avviso, potremo condividere le stesse parole espresse in sede MiBACT volte a segnalare che aumentando le strutture e i presidi territoriali, in base a parametri demografici ed a dati oggettivi, si rende più efficiente il servizio in un’ottica anche nazionale.

Jacopo Apa

Capogruppo FI Consiglio comunale Arezzo

No comments