Lockdown, Porchietto (FI): a fianco del presidente Cirio. Governo chiarisca quali dati ha preso in considerazione per divisione in zone. E’ evidente un ‘papocchio’

0

“Condivido l’amaro sfogo del nostro presidente Alberto Cirio. La mappa che divide per zone di emergenza l’Italia è palesemente figlia di un papocchio. Il Governo nazionale deve assolutamente chiarire su quali basi e su quali dati ha fondato le sue scelte che penalizzano il Piemonte e Torino rispetto ad altri territori del Paese. Non è tollerabile trattare un tema delicato quale quello della delimitazione delle zone rosse senza la dovuta concertazione con le Regioni con superficialità o addirittura con un occhio al colore politico di chi le amministra. Sono estremamente preoccupata della tenuta socio economica del capoluogo torinese: a fronte delle tante promesse da parte del Governo e della ormai minoritaria maggioranze che amministra il Comune aziende, commercianti, artigiani e partite iva sono stati tutti lasciati soli. Solo la Regione ha cercato di mettere una pezza, a fronte di un bilancio che è inadeguato rispetto al disastro provocato già dal primo lockdown che avrebbe dovuto ristorare. Inutile fare dpcm senza decreti immediati di ristoro. Doloso colorare l’Italia in base a dati non oggettivi, perchè si penalizzano aziende e famiglie. Vorrei ricordare a Conte che dietro ad ogni impresa coattivamente chiusa ci sono persone che devono sopravvivere”. Ad affermarlo in una nota il deputato di Forza Italia Claudia Porchietto, Responsabile Nazionale del Dipartimento Attività Produttive.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: