Livanova, Giacometto (FI): a rischio la tenuta del sistema economico tra le province di Vercelli e Torino

0
Carlo Giacometto

“L’apertura di una procedura collettiva di licenziamento per 83 dipendenti della LivaNova di Saluggia getta un’ombra inquietante sulla tenuta di un sistema economico che coinvolge un intero territorio a cavallo tra le province di Vercelli e Torino”. Lo scrive in una nota il deputato piemontese di Forza Italia, Carlo Giacometto.

“Oltre a questa terribile notizia, infatti, c’è il rischio che l’azienda, oggi leader a livello mondiale nel comparto delle biotecnologie medicali, con la decisione di spostare dal sito Sorin allo stabilimento di Vancouver in Canada la produzione di valvole cardiache biologiche apra la strada a future ed ulteriori ripercussioni negative, in termini di ridimensionamento del personale oggi impiegato in quel comprensorio e, di conseguenza, in termini di depauperamento economico.
In questa drammatica situazione- spiega- giunta come un fulmine a ciel sereno, si è registrata una mobilitazione che ha coinvolto tutte le Istituzioni, a cominciare dalla Regione Piemonte e dai sindaci, finalizzata all’apertura del tavolo di crisi. Serve però collocare tale vertenza presso il Ministero dello Sviluppo Economico, per sensibilizzare il Governo e portare al livello più alto possibile il dialogo con l’azienda. Per questo motivo – continua – ho presentato alla Camera dei Deputati un’interrogazione urgente, sottoscritta anche dalla collega on. Claudia Porchietto.

Già in passato, nel 2003 e nel 2010, abbiamo assistito a tentativi della proprietà di spostare la produzione all’estero: in entrambi i casi, però, un management lungimirante aveva scongiurato i due tentativi di delocalizzazione, avviando e realizzando un piano di riduzione dei costi che aveva reso non conveniente dal punto di vista economico l’abbandono del sito saluggese. L’attuale dirigenza pensa, al contrario, che il suo successo passi attraverso un’operazione di macelleria industriale?

Il settore bio-medicale è, infatti, – conclude- tra i settori più dinamici dell’economia nazionale e la LivaNova è sicuramente una delle aziende più importanti: ecco perché perdere produzione e livelli occupazionali non sarebbe solo un problema del Piemonte, ma di tutto il Paese. Lavoriamo affinché ciò non succeda”.

No comments